Come richiedere la tessera sanitaria: la guida delle Agenzia delle Entrate aggiornata a maggio 2021.

L’Agenzia delle Entrate rende disponibile un aggiornamento della guida per la richiesta della Tessera Sanitaria contenente anche le istruzioni da seguire in caso di smarrimento della stessa.
Le novità contenute nella guida di maggio rispetto alla versione precedente diffusa lo scorso febbraio, sono essenzialmente due:
la tessera sanitaria per i neonati
la tessera sanitaria per i cittadini stranieri. La Tessera Sanitaria (TS) è il documento personale che viene rilasciato a tutti i cittadini che hanno diritto alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale.
Dal 2011 è stata sostituita da una nuova versione dotata di microchip: la Tessera sanitaria – Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) che, una volta attivata, consente anche di accedere ai servizi online delle amministrazioni pubbliche.
La Tessera ha validità di 6 anni e può essere utilizzata sia per usufruire dei servizi sanitari nazionali sia per comunicare in modo certificato il proprio codice fiscale.
Alla sua scadenza verrà automaticamente spedita al cittadino una nuova tessera all’indirizzo di residenza risultante in “Anagrafe Tributaria”.
Tutte le informazioni da conoscere sulla Tessera sono illustrate anche in un semplice video-tutorial disponibile sul canale istituzionale YouTube dell’Agenzia delle Entrate. La prima tessera sanitaria rilasciata ai neonati:
viene emessa automaticamente con l’attribuzione del codice fiscale,
viene spedita all’indirizzo di residenza del nuovo cittadino
ha validità di un anno.
Una nuova tessera sanitaria, con validità normalmente di sei anni, sarà predisposta e spedita presso la residenza, dopo che i genitori (o tutori) hanno registrato il bambino all’ASL di competenza (operazione necessaria per la scelta del medico pediatra).
Si fa presente che ai neonati il codice fiscale viene attribuito dal Comune al momento della presentazione della dichiarazione di nascita da parte dei genitori (o dei tutori), attraverso il sistema telematico di collegamento con l’Anagrafe Tributaria. Se la tessera sanitaria viene smarrita, rubata o si deteriora, è possibile chiederne un duplicato.
La richiesta di una Tessera senza microchip può essere presentata online, senza registrazione, nella sezione Richiesta del duplicato.
Per ottenere un duplicato di una Tessera con microchip (TS-CNS) occorre accedere, invece, in area riservata dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, mediante credenziali SPID, CNS, CIE o Fisconline.
In alternativa alla procedura online il contribuente può trasmettere a un ufficio dell’Agenzia, via PEC o e-mail, il Modello di richiesta AA4/8, compilato e sottoscritto, allegando una copia del documento di identità.
La richiesta può essere inviata anche con il servizio web del portale Sistema tessera sanitaria. È possibile inoltre rivolgersi presso un qualunque ufficio dell’Agenzia o alla propria Asl.
Vediamo infine alcuni dati ufficiali riportati sul comunicato stampa.
Le tessere sanitarie emesse nel 2020 sono state oltre 11 milioni, di queste:
quasi 10 milioni e 230mila valgono come “Carta nazionale dei servizi” (CNS) e consentono di accedere ai servizi online delle pubbliche amministrazioni (sono le tessere sanitarie dotate di microchip).
circa 521mila sono le tessere inviate alle famiglie con bambini neonati
più di 2 milioni e 100mila emesse agli assistiti dal Sistema Sanitario Nazionale che sono nati all’estero
oltre 2 milioni e 600mila duplicati emessi per furto o smarrimento nei 12 mesi da poco trascorsi. In particolare, quasi 2 milioni di questi duplicati riguardano Carte nazionali dei servizi (CNS). Qui la guida aggiornata: https://www.fiscoetasse.com/files/12186/guida-tessera-sanitaria-aggiornatamaggio2021.pdf fonte: fiscoetasse.com

Leave a Reply