180 giorni per le cartelle notificate entro il 31/03

In materia di riscossione, la legge di Bilancio 2022 ha introdotto un cambiamento nella governance di controllo dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, ha modificato il sistema di remunerazione del servizio nazionale di riscossione ed esteso a 180 giorni il termine di pagamento delle cartelle notificate fino al 31.03.2022 (rispetto ai 60 giorni ordinariamente previsti) senza alcun onere aggiuntivo.
Se il pagamento è effettuato entro 180 giorni dalla notifica, non decorrono gli interessi di mora e non possono essere adottate misure cautelari o avviate procedure di pignoramento; l’agente dlela riscossione non potrà dare corso all’attività di recupero del debito iscritto a ruolo.
Si ricorda che analoga misura era stata introdotta con il Decreto Fiscale per le cartelle notificate dal 1.09 al 31.12.2021.